Carico dell’alpe

Sabato scorso, più tardi del previsto è stato caricato l’alpe di Sorescia. Le forti precipitazioni del mese di giugno hanno causato un ritardo di 14 giorni. A quota 2100 m dell’alpe, vicino al passo del San Gottardo, c’è ancora poca neve e fiori e erba giovane hanno da poco fatto la loro apparizione – proprio quello che le nostre 96 mucche hanno bisogno da giugno a metà settembre. La mungitura avviene due volte al giorno e il latte della sera unito a quello del mattino viene trasformato in formaggio al caseificio dell’alpe.

Una stazione di mungitura mobile segue lo spostamento delle mucche dai pascoli bassi a quelli alti. Il latte appena munto viene trasportato con l’aiuto di un jeep al caseificio. Cultura, caglio e la bravura del casaro fanno si che il latte venga trasformato in ottimo formaggio.

Le forme vengono lasciate riposare e raffreddare per 24 ore. In seguito sono immerse in una soluzione di acqua e sale. Dopodiché maturano in cantina per diversi mesi – sviluppano così una muffa grigia tipica dei formaggi d’alpe ticinesi, che conferisce un gusto unico.

Gli amanti del formaggio attendono il natale prima di assaggiarlo. Chi cerca un buon formaggio d’alpe ticinese non ha che da visitare il nostro negozio ad Airolo dove troverà una vasta scelta di prodotti nostrani.

Alpauftrieb